• info@webriti.com

Caterina

Caterina

CATERINA
Tanti anni fa in un piccolo paese di montagna viveva Caterina una bellissima ragazza figlia di contadini .
La vita era dura a quei tempi, si lavorava.
Acqua in casa? Ma no!! Si andava alla fonte con i secchi a prenderla per bere, cucinare, lavare i piatti. L’acqua della lavatura non si buttava, era per preparare la crusca ai maiali. L’acqua per lavarsi il viso, la doccia c’era? Ma no!!! Una conca d’acqua al sole d’estate, quante cose non c’erano. Pensandoci adesso come si faceva. Ma questa é un’altra storia.
Che freddo d’inverno nella casa. Dodici persone intorno alla tavola a dividere una polenta da mangiare con un po’ di salsiccia e grasso di maiale, non si buttava niente non c’era il colesterolo. Si lavava alla fonte con il sapone fatto in casa, puzzava. Tutti voi direte che bei tempi !!! Caterina diventava ogni giorno più bella, svolgeva tutte le sue mansioni, a quei tempi si faceva e basta, ma in cuor suo non riteneva poi così bello quel tempo. Caterina con i suoi fratelli erano una brava famiglia. Due genitori che non facevano mancare loro il pane ma se lo guadagnavamo lavorando, baci, abbracci, carezze, non si usava . Caterina non capiva cosa, ma in cuor suo desiderava altro. Una sera mentre erano intorno alla tavola per la parca cena, sentirono una voce chiamare, non si bussava, non si telefonava, non c’erano telefoni. Aprirono la porta ed era una donna del paese che tutti conoscevano, in un piccolo paese si conoscevano tutti e tutti sapevano che il figlio Antonio
era ritornato dall’ America in cerca di moglie . Antonio era un bel ragazzo. Caterina aveva visto una sua foto e si era innamorata,.
Quando vide entrare quella sera la sua mamma in casa loro il cuore le balzò in gola, aspettò con ansia e gioia le parole che la donna infine disse ”Qui mi manda mio figlio Antonio per chiedere la mano di vostra figlia Caterina.”.
Caterina capì che ciò che le mancava era arrivato…l’amore.

Iemma Antonia

Devi aver fatto il login per pubblicare un commento.

Vai alla barra degli strumenti