• info@webriti.com

INVENZIONE

INVENZIONE

C’era una volta un piccolo paese con le sue credenze paesane. Gli abitanti credevano fortemente nel malocchio. Ogni malessere dipendeva da esso. Avevano mal di denti, non si andava dal dentista, ma da un vecchio che t’infilava un dito puzzolente in bocca e recitava delle preghiere massaggiando il dente.
Avevano mal di pancia, prendevano un piatto con dell’acqua
recitando Ave Marie e Padrenostri vi si buttavano dentro delle gocce d’olio, che se si allargavano i dolori sparivano.
Mena abitava in un paese vicino ed era la fattucchiera.
Francesca era una ragazza di 20anni ancora senza fidanzati.
Era una bella ragazza ma nessuno in paese chiedeva la sua mano.
Un giorno Francesca e la mamma si recarono da Mena.
Partirono con la corriera di mattina presto ed arrivarono
nella casa buia di Mena.
Mena recitò il suo rito tenendo un dito sulla fronte di Francesca.
Prese da sotto il materasso dei capelli tagliati alle sue gemelle,
glieli avvolse in un pezzetto di stoffa e le disse ”Vedrai che bei giovani”. ‘
Francesca morì vecchia zitella all’anagrafe, ma di giovani ne aveva conosciuti

Iemma Antonia

Un pensiero su “INVENZIONE

Alex LimbiPubblicato in data2:29 pm - Gen 29, 2018

Era bella l’ignoranza di tutte le sventure potevi dare la colpa al malocchio e alla malasorte

Devi aver fatto il login per pubblicare un commento.

Vai alla barra degli strumenti