• info@webriti.com

Navigando nella mia scemenza
Clementino vive in un piccolo paese di montagna, di età indefinibile, con una lunga barba, ogni pomeriggio siede
al bar con il suo bicchiere di whisky e racconta di mari, di quando marinaio sfidava le tempeste.
Ad ogni porto aveva una donna, tutte belle calde e generose.
Non prometteva niente a nessuna, perché a tutte raccontava
della sua bellissima moglie che l’aspettava a casa tessendo
la tela.
Racconta di quando il canto della sirene lo trascinava nel fondo del mare e si estasiava di bellezze e nuotava come un delfino.
Clementino racconta, non ha importanza se ci sia un pubblico ad ascoltarlo, lui racconta, ed a volte dal suo bicchiere esce una sirena,
In paese si racconta che Clementino non si sia mai allontanato dal paese e che non abbia visto nemmeno il mare.
La gente ricorda che, Clementino fosse innamorato di una bellissima ragazza, che lo lasciò dopo tutti i preparativi per il matrimonio, per amore di un marinaio, che dopo poco tempo, incinta, venne lasciata e morì

Iemma Antonia

Devi aver fatto il login per pubblicare un commento.

Vai alla barra degli strumenti