• info@webriti.com

VIAGGIANDO NEI RICORDI

VIAGGIANDO NEI RICORDI

VIAGGIANDO NEI RICORDI
Io non ho nostalgia dei tempi che furono: ho la certezza che non eravamo tutti più buoni. Ho la certezza che i tanti decantati valori ci venivano inculcati con la paura, a volte con le botte: no, nel mio caso. Tutto era peccato, specialmente per le donne, non potevano nemmeno andare a scuola: dovevano sposarsi e fare figli maschi.
Del tempo passato ho dei ricordi indelebili che sono come dei quadri appesi sulle pareti del cuore.
Ho detto e scritto tante volte: ricordo il sapore del pane fatto in casa, ma a dire il vero, la tanta fatica che ci voleva mi dava ai nervi, avrei voluto i panini comprati.
Le feste del paese: non tanto per la parte religiosa, ma per le bancarelle con le delizie per noi ragazzi, i giochi in piazza, l’albero della cuccagna, le giostre.
La sera ognuno portava in piazza una sedia; la piazza si riempiva e, su un lenzuolo bianco steso. la magia del cinema.
Io volevo sempre che vincessero gli indiani…non li facevano mai vincere.

Iemma Antonia

Devi aver fatto il login per pubblicare un commento.

Vai alla barra degli strumenti