• info@webriti.com

maria la pazza

maria la pazza

In paese si racconta che Maria fosse una ragazza bellissima di ricca famiglia.
In paese tutti venivano sfruttati da suo padre ricco proprietario terriero che per un pezzo di pane teneva i giovani a lavorare dall’alba al tramonto.
Maria era bellissima ed a dispetto del padre era una buona persona.
Pietro era un giovane bellissimo, forte ed un po’ strafottente, mise gli occhi su Maria per fare dispetto al padre.
Maria se n’è innamorò perdutamente.
Ogni sera s’incontravano sotto la quercia nel campo.
Scrissero i loro nomi sulla corteccia, anche Pietro se ne innamorò perdutamente.
Fu una dura lotta con il padre ma, alla fine riuscì a sposare il suo Pietro che il giorno del matrimonio non si presentò.
Maria impazzì.
Ancora oggi ogni sera si reca sotto la quercia e se pur strano ogni sera vi ritorna anche il suo Pietro: non si era presentato all’altare, perché aveva avuto un incidente mortale.
La pioggia, il vento, le stelle, la luna cantano d’amore.
Maria la pazza visse d’amore, impazzì d’amore, sopravvive d’amore.

Iemma Antonia

Devi aver fatto il login per pubblicare un commento.

Vai alla barra degli strumenti