• info@webriti.com

Archivio mensilegiugno 2012

Sacro-profano

Sacro-profano

Vestita di rosso, al centro della sala; con fare provocante, balla la vita a colori.
Ama l’amore; le tentazioni,i vestiti a colori, ama essere ammirata; sguardi audaci,
sul suo corpo.
Vestita di nero, sulla panca del giudizio, con vecchie litanie,
come preghiere, la giudica, frivola,persa nel cammino della vita, dimentica di valori morali, acquisiti nell’infanzia.
Rosso,nero,d’amalgamare,impossibile; non riesce a perdonarsi per essersi vestita di rosso, non riesce a vestirsi per sempre di nero.
Impossibile, scegliere di essere l’una o l’altra; troppo forte il rimorso di essere fuori; troppo forte il desiderio d trasgressione.
Rosso, nero, per sempre tra il sacro ed il profano.

Antonia Iemma29.06.2012

Noi

Noi

Dammi la mano; stringila forte,
cammina con me, sul selciato della vita.

Stendimi; su lenzuola d’amore,
respirami l’anima, inebriami con
la dolcezza delle parole.

Accarezza la mia pelle morbida nuvola
di primavera.
Ara il mio corpo; come terra da seminare.

Semina amore; germogliamo nell’amplessso
della passione.
Beviamo il nostro piacere; brindiamo
al domani; tu ed io; saremo noi.

Antonia Iemma28.06.2012

Naufragio d’amore

Antonia Iemma 27.06.2012

Diavolo

Diavolo

Vedi il diavolo in me;
mentre provochi il mio essere
donna.

Vedi il diavolo in me;
mentre con parole di miele;
metti a nudo la mia anima.

Vedi il diavolo in me;
mentre con sapiente carezze;
ecciti il mio corpo.

Vedi il diavolo in me;
quando argilla nelle tue mani;
esplodo di voglia.

Vedi il diavilo in me;
m’allontani da te; ti senti
addentato dal diavolo.

Il diavolo sei tu.

Antonia Iemma

Immagino la morte

Immagino la morte come una bellissima donna altezzosa ,vestita di rosso,seduta nel buio dei pensieri .Prepotentemente potente della sua certezza di essere l’unica cosa certa in questo mondo d’incertezze.Giusta nel suo prendersi tutti pur commettendo le più grandi ingiutizie ,non c’é atto più ingiusto della morte.

Antonia Iemma 10.06.2012

Ragazzina

Ragazzina

Paolina ,Paolina é bella ,non carina ,non un tipo ma bella ,di una bellezza da togliere il fiato ,da rimanere incantati nel guardarla.Paolina ed i suoi sedici anni.La scuola che fatica .I genitori che rottura con i loro consigli ,con i loro divieti,proprio vecchi e pallosi .Paolina voglia di libertà,di crescere in fretta,di essere maggiorenne,di non dovere chiedere ogni cosa ai suoi genitori,di non doversi subire sempre le solite raccomandazioni,,studia,l’unico tuo dovere é quello di studiare ,,no proprio non ce la fa .Paolina vuole scappare dove c’é il suo primo amore ,bello come il sole per lei ,dove il suo cuore balla con l’emozioni dei primi baci ,di dolce carezze nelle sere stellate d’estate . Paolina quanta voglia di crescere.Mia bellissima ragazzina, ascolta un pò i consigli di quei due vecchi pallosi,quant’amore é racchiuso in loro.Ascolta i battiti del tuo cuore, l’adolescenza si vive solo una volta.Il tuo dovere é quello di studiare, oltre che bella sei intelligente, amalgama le tue doti e diventerai una donna stupenda.

Antonia Iemma 10 .06.2012

Vorrei che la vita fosse un prato

Vorrei che la vita fosse un prato verde sul quale camminare senza scarpe ,che i terremoti fossero mosse di tarantella per ballare tutti insieme ,che la grandine fosse riso che cade dal cielo ,che la fame fosse una tavola imbandita per tutti ,che la mafia fosse un libro di fantascienza,che dalle bombe nascessero fiori ,che la crisi fosse un ricco antipasto per l’inizio di un banchetto dove i potenti servissero i poveri .Vorrei si lo vorrei ma la vita é un campo di battaglia,si cade,ci si rialza, si resta a terra ,si ride ,si piange più per se stessi che per gli sltri che per mille ragioni stanno peggio di noi .

Antonia Iemma 08.06.2012

Sfonda la porta del cuore

Pace

Sfonda la porta del cuore .
Sfondala fino a farmi male,
scaccia da esso la melma del dolore.

Strappa da esso la gramigna del male,
semina amore ,bevi il mio pianto,
trasformalo in canto.

Dona al mio corpo fluidi di piacere,
sconquassalo con un’amplesso furioso.
Cullami sul tuo ventre mentre faccio
pace con me.

Antonia Iemma
05.06.2012

Tra bocca ed anima

Melodia

Tra bocca ed anima
il sospiro dell’amore.
Melodia di tenere carezze
le tue mani sul mio corpo.

Avida e dolce senza pudore
mi sottometto alla tua maestria
di pianista dei sensi.

Antonia Iemma
Copyright2011

Amore che cenetta deliziosa mi hai preparato

Amore che cenetta deliziosa mi hai preparato stasera,pure le rose sul tavolo hai messo ,rosse ,profumate ,che delizia,il vino rosso, corposo come piace ame.Dici che sei impareggiabile se vuoi ,si é vero ,un pò presuntuoso ma adorabile.Sai amore che serata romantica,dici ,troppo romantica, tu non lo sei tanto,versami ancora un pò di vino ,metti la musica ,quella di nove settimane e mezzo,siediti sul divano,guardami ,mi muovo sinuosa,piano sbottono la mia camicetta,lentamente la tolgo,un sorso di vino,un bacio profondo.La gonna cade a terra,un sorso di vino,lo bevi dalla mia bocca.Davanti a te ,con intimo di pizzo nero,autoreggenti,guardami,pre​ndimi ,continua tu il mio spogliarello ,che goduria questa serata amore.dici sono romantica,passionale ,certo amore sono tua.

Antonia Iemma 02.06.2012

Vai alla barra degli strumenti